Un anno da Pasionarie

Buon compleanno Pasionaria! Sono passati dodici mesi dal giorno in cui il nostro progetto ha preso vita: qua vi raccontiamo cosa ha significato per noi quest’anno di attivismo femminista

 

L’ambizione di cambiare il mondo

benedetta3Era da una vita che sognavo di realizzare un sito che si occupasse di femminismo. Un anno fa questo sogno si è avverato: dopo mesi di progettazioni, telefonate, incontri su Skype e notti insonni, con un click, Pasionaria.it è stato pubblicato ed è diventato realtà. Sono passati dodici mesi e siamo ancora qui: non ne ero sicura. Non sapevo in quante avrebbero scommesso con me su questo progetto, se l’idea sarebbe piaciuta, avrebbe avuto un seguito. E invece lo straordinario gruppo di amiche e sorelle che ha creduto fin dall’inizio a Pasionaria è cresciuto e passa ancora le giornate a discutere, confrontarsi, litigare a volte, ma soprattutto sostenersi.

Tutte abbiamo la nostra vita impegnativa: c’è chi studia, chi ha figli, chi lavora fino a tardi, chi ha pochissime ore libere, ma trova comunque il tempo per ritagliarsi un piccolo spazio da dedicare a questo progetto. Chi ce lo fa fare? La voglia di esserci, di far sentire la nostra voce, di metterci in ascolto e cambiare in meglio il mondo in cui viviamo. Illuse? Forse, ma corriamo il rischio. Ambiziose? Moltissimo. Continuerete a trovarci sempre qui, in prima linea.

 

La forza delle diversità

beatriceBuon compleanno, Pasionaria! Oggi è una festa per chi ci segue da sempre, per i nuovi arrivi, per chi ci legge ogni tanto, per chi aspetta la rassegna del venerdì. Perché Pasionaria è cresciuta e continua a crescere grazie a tutte e tutti voi che leggete, interagite, ci date spunti… Il Femminismo è vivo, soprattutto è necessario: per me Pasionaria è un modo di provare a costruire una società più giusta e più equa. Grazie a Pasionaria ho imparato che c’è ancora voglia di cambiare il mondo dal basso, di recuperare rapporti e un senso vero di comunità: che anche nelle battaglie più minoritarie, non sei mai sola o solo.

Buon compleanno a tutte noi Pasionarie, che siamo così diverse eppure così solidali e con le nostre intelligenze e creatività riusciamo a fare della diversità la nostra forza.

 

Non è più tempo di stare a guardare

saraC’è stato un periodo della mia vita in cui ho pensato di essere una persona strana. Mi arrabbiavo per situazioni che le persone intorno a me vivevano con indifferenza o scatenavano solo risate. Per un po’ ho pensato che fosse tutto nella mia testa, ma col tempo ho capito che il “problema” non ero io, ma le costrizioni sociali che influenzano la vita di ogni donna, nel bene e nel male. A volte ho maledetto la mia sensibilità di fronte alle ingiustizie, mi è capitato di invidiare chi riesce a prendere la vita con estrema leggerezza. Ma adesso non è più così. Ora so che per cambiare le cose non si può stare a guardare.

Pasionaria per me è lo strumento perfetto per scuotere le persone dal torpore dell’indifferenza. È un modo per mettersi in discussione e confrontarsi, aspetto essenziale per crescere. Se c’è una cosa che Pasionaria mi ha insegnato è che non esiste un femminismo unico: è bello scoprire esperienze sconosciute e nuove sfaccettature, costruire amicizie inaspettate. Per me Pasionaria è una forza straordinaria, che spero sinceramente possa travolgervi tutte e tutti, come ha fatto con me e con il gruppo sgangherato di amiche e amici che ogni giorno s’impegnano a loro modo per cambiare le cose. Grazie a tutti e tutte quelle che ci stanno mettendo il cuore, continuiamo così, perché ce n’è bisogno!

 

Non smettere mai di farsi domande

lauraWow, Pasionaria ha già un anno. Sembra ieri che ho ricevuto il messaggio di Benedetta: “Ti devo parlare di un progetto”… e come dirle di no quando mi ha illustrato l’idea di Pasionaria? E’ così che è nata questa meravigliosa avventura… e le numerose notti insonni.

Pasionaria in questo anno mi ha aiutato a continuare a discutere, confrontarmi su temi che mi stanno a cuore sia con il suo meraviglioso team, che con le nostre lettrici e lettori. Pasionaria mi sta aiutando a non smettere mai di farmi domande e cercare di rispondere ai problemi in chiave femminista. Cercando di andare alla radice delle cose, e senza mai cercare la soluzione semplice. La lotta per la fine del patriarcato è lunga, ma spero che con il lavoro di quest’anno abbiamo convinto anche solo una giovane donna a non aver paura di chiamarsi femminista. Continuiamo così sorelle!

 

L’orgoglio di dirsi femminista

elliIl progetto Pasionaria.it ha significato realizzare un importante cambiamento nel mio essere femminista. Quando ancora Pasionaria non esisteva, coltivavo il mio femminismo in modo solitario, ed ero rabbiosa e inconcludente. Condividevo poco le mie opinioni, e lo facevo in modo poco organizzato. Conoscere il mondo di Pasionaria da lettrice, ed entrare successivamente in redazione, mi hanno dato nuovi stimoli per la sperimentazione di un femminismo attivo e coordinato.

Lo scambio quotidiano con le mie sorelle pasionarie, la ricerca di donne da celebrare, il commentare insieme le notizie care al nostro tema, e produrre discorsi sulla nostra prospettiva mi hanno fatto comprendere che vivere intimamente la rabbia per le ingiustizie riservate alle donne non mi avrebbe portato da nessuna parte. Pasionaria mi offre uno spazio per dare il mio contributo, offrendo un punto di vista femminista e cucendomi addosso questa parola con orgoglio.

 

Ora so di non essere sola

chiara2Pasionaria.it è un modo per essere più consapevole di ció che mi accade attorno. È un luogo per confrontarsi con idee diverse e per crescere personalmente, un modo di arricchirsi come donna e come femminista e per imparare sempre cose nuove, espandendo i miei orizzonti.

Ma soprattutto Pasionaria.it è la mia comfort zone: grazie alle amiche con cui collaboro e voi tutt*, so di non essere mai sola nelle mie piccole e grandi battaglie femministe che porto avanti ogni giorno. E vi ringrazio infinitamente per questo.

 

Una sfida continua

fabianaSono arrivata da poco in redazione e ho scoperto che questo progetto riesce a mettere insieme impegno e piacere, che sinora sono sempre stati in antitesi. Sì, ho sempre i minuti contati per riuscire a incastrare tutto e dormo meno di quanto vorrei, ma ne vale la pena. Sapevo sarebbe stata una sfida continua, che mi costringe ogni giorno a scoprire qualcosa di nuovo. La cosa più bella è che ho ho visto il Femminismo è vivo, mica roba da antologia, le persone con cui interagiamo come Pasionaria lo rappresentano: associazioni in giro per l’Italia e persone preparatissime che rendono migliore il presente mentre lavorano per un futuro di uguaglianza.

L’attivismo femminista mi ha resa più serena e più consapevole delle mie capacità e il cambiamento positivo è contagioso, ci serve perché vogliamo essere libere di raggiungere i nostri obiettivi e smettere di avere paura di regole sociali su ruoli e partner, di gravidanze se lavoriamo, di prese in giro se siamo vistose o troppo sobrie e ci vestiamo troppo o troppo poco. Più che fare un augurio, a Pasionaria dico grazie.

 

C’è ancora tanto bisogno di femminismo

diletta1Pasionaria.it è un progetto che mi appassiona sempre di più. Cresce e va nella direzione giusta, grazie all’impegno di tutte noi ma anche per merito della sorprendente alchimia che si è creata nel gruppo, in grado di eliminare forzature e garantire naturalezza a tutto il discorso, profondamente femminista, che si intreccia nelle pagine del sito. Abbiamo raggiunto sempre più persone e rafforzato la nostra convinzione: c’è ancora tanto bisogno di femminismo. Un anno segna solo l’inizio della nostra avventura. Un grande grazie a Benedetta e alle amiche di Pasionaria, non potrei desiderare una squadra migliore!

 

Vogliamo anche i maschi dalla nostra!

giulia1Pasionaria.it è un progetto unico! Rappresenta un punto di riferimento per me e per le tante ragazze che alle volte si sentono sole o non capite. Grazie a Pasio ho scoperto che tante altre donne vivono esperienze molto simili alle mie e provano gli stessi sentimenti che da anni animano il mio cuore! Ho imparato una molteplicità di cose, mi sono interessata ad argomenti nuovi grazie alle mie compagne di avventura. Siamo unite nel fare femminismo attivo ma ognuna di noi porta dentro il progetto un bagaglio culturale differente e questo va a completare il sapere delle altre ed è Fantastico!

Spero a mia volta di aver dato è lasciato qualcosa di particolare alle altre grrrls, alle lettrici e ai lettori. L’augurio per il prossimo anno è che crescano sempre di più le persone interessate ma soprattutto la quantità di uomini! Le donne sono già dalla nostra ora vogliamo anche i maschietti !

 

Parlare di sessismo senza ostilità

phiPasionaria mi ha permesso di comunicare con tante persone, scambiare opinioni e arricchire le mie  conoscenze. La possibilità di discutere di sessismo in un ambiente senza ostilità è molto importante perché permette di crescere e sviluppare l’attivismo di tutti/e. Spero che Pasionaria diffonda l’interesse per le tematiche femministe e riesca a raggiungere sempre più persone.

 

Un anno di collaborazione e ispirazioni

simonaUn primo bellissimo anno fatto di: lotta appassionata per i diritti di tutte le donne, fantastiche nuove amiche, collaborazione, ispirazioni, scontri e pur sempre unione, la consapevolezza che c’è ancora tanto da fare, ma che insieme di sicuro si può. Viva il femminismo, viva Pasionaria.it

4 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here