Queer British Art 1861-1967

    Sto caricando la mappa ....

    Data
    05/04/2017 - 01/10/2017
    10:00 - 18:00

    Luogo
    Tate Britain

    Categorie


    A partire dal 5 aprile, in occasione del 50° anniversario della depenalizzazione dell’omosessualità maschile in Inghilterra e in Galles, la Tate Britain di Londra ospiterà “Queer British Art 1861-1967“, la prima mostra dedicata all’arte inglese a tematica queer.

    La storia del riconoscimento dei diritti LGBTQ in Inghilterra verrà raccontata a partire dal 1861, anno di abolizione della pena di morte per gli atti di sodomia, fino al Sexual Offences Act del 1967, in cui venivano riconosciuti legalmente i rapporti omosessuali tra adulti consenzienti in ambito privato.

    Sappho and Erinna in a Garden at Mytilene 1864 Simeon Solomon

    L’esposizione si compone di dipinti, disegni, fotografie e film di artiste e artisti del calibro di Francis Bacon, Keith Vaughan, John Singer Sargent, Dora Carrington, Duncan Grant, Evelyn de Morgan, Gluck, Glyn Philpot, Claude Cahun e Cecil Beaton.

    Tra le opere più significative il dipinto di Simeon Solomon raffigurante il bacio lesbico di Sappho and Erinna in a Garden at Mytilene (1864), o anche la tavola di David Hockney, Going to be a Queen for Tonight (1960), manifesto acclamato della scena queer.

    La collettiva, co-curata da Clare Barlow e Amy Concannon, sarà visitabile fino al 1 ottobre 2017.



    [ TORNA ALLA LISTA DEGLI EVENTI ]
    Simona
    Convinta sostenitrice della parità tra i sessi e del detto l'unione fa la forza. Ama scattare fotografie dai treni in corsa. Sarda, di passaggio a Berlino.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here