Artemisia Gentileschi e il suo tempo

    Sto caricando la mappa ....

    Data
    30/11/2016 - 07/05/2017
    10:00 - 20:00

    Luogo
    Palazzo Braschi

    Categorie


    Il Palazzo Braschi, a Roma, ospita dal 30 novembre 2016 al 7 maggio 2017 una mostra dedicata alla più grande e conosciuta pittrice del ‘600: Artemisia Gentileschi.

    Artemisia nacque a Roma alla fine del ‘500 e grazie alla sua ambizione e al suo talento si affermò nel panorama artistico del periodo nonostante fosse donna. Il suo stile pittorico era influenzato da Caravaggio, con cui ironicamente condivise la vita piena di passione e tormento. Artemisia fu stuprata all’età di 18 anni, ed ebbe il coraggio di denunciare il suo aggressore. Purtroppo, come succede anche oggi in modo simile, fu lei stessa a subire le pene peggiori: insinuazioni infamanti, interrogatori sotto tortura e pubblico ludibrio. Dopo questo evento fu costretta a lasciare Roma per il presunto “disonore” che acquisivano le donne dopo lo stupro. Visse anche la morte prematura di tre dei suoi quattro figli e un amore clandestino e infelice. Ma non dimentichiamo anche le gioie: suoi estimatori infatti furono Galileo Galilei, Michelangelo e Carlo I d’Inghilterra, ed ebbe grandi successi a Roma, Firenze, Napoli.

    Artemisia fu una donna indipendente, grazie al suo lavoro da artista, anche sul piano economico, tanto che ebbe la possibilità di abbandonare il marito e crescere da sola i suoi figli, cosa fuori dal comune se pensiamo al periodo in cui è vissuta. La sua riscoperta in Italia avvenne solo nel Novecento (grazie all’opera dello storico dell’arte Roberto Longhi), ma oggi è una delle pittrici più amate e un simbolo di rivalsa per tutte le donne, che purtroppo nel mondo dell’arte sono spesso sottovalutate e poco conosciute.

    In questa incredibile mostra, sono presenti 90 opere che attraversano un arco temporale che va dal 1610 al 1652. I prestiti vengono da tutti i principali musei del mondo: dal Metropolitan Museum di New York, dal Museo di Capodimonte, dal Wadsworth Atheneum di Hartford Connecticut, dalla Galleria Palatina di Palazzo Pitti a Firenze, dal Národní galerie v Praze di Praga, e si possono ammirare opere straordinarie come il famoso e magnifico Giuditta che taglia la testa a Oloferne. La mostra è aperta dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19. Il 24 e 31 dicembre, l’orario è dalle 10 alle 14. Il biglietto intero costa 11 euro (ridotto 9 euro).



    [ TORNA ALLA LISTA DEGLI EVENTI ]

    Chiara

    Conosciuta come Kelly, 24enne, sarda dispersa a Bologna. Studentessa e artista. Ama il rosa, i film western e trasformarsi. Detesta la galanteria e la frase peggiore è: “Tu sei una ragazza, per te è diverso!”.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here